Venerdì 20 ottobre alle 20:30, presso la Biblioteca Civica "F.C. Rossi" di Cairo, verrà presentato il libro LA "CAMERA SEGRETA" DEL PALAZZO SCARAMPI DI CAIRO MONTENOTTEopera prima dell'Avvocato Delfi Prampolini.

Edito da CARTA BIANCA, il libro è interamente dedicato alla città di Cairo e al suo splendido centro storico, in cui si celano affascinanti tracce del passato che vengono ripercorse dall'autore attraverso un'analisi approfondita, documentata con dovizia di riferimenti.

Delfi Prampolini si sofferma in particolare sugli aspetti storico-giuridici legati alla nascita del Comune di Cairo in epoca medievale. Ma non mancano, nel testo, svariati aneddoti e curiosità sulla storia e sul folclore locale — sconosciute alla maggior parte dei cairesi — che sproneranno il lettore ad addentrarsi nelle vie del borgo con maggiore interesse e una rinnovata attenzione.

La visita alla "camera segreta", corredata dalle indicazioni fornite dall'autore circa il suo utilizzo in epoca tardo-medievale, sarà il momento clou di una serata alla scoperta dei tesori  nascosti del territorio.

locandina

 

BIO

Delfi Prampolini nasce a Cairo Montenotte (SV) nel 1946. Inizia gli studi classici al ginnasio, presso i Padri Scolopi di Carcare, e dopo il liceo a Genova consegue la maturità classica presso il prestigioso Istituto “Andrea Doria”. Sempre a Genova si iscrive al corso di laurea in giurisprudenza e consegue il relativo diploma con una tesi di storia del diritto italiano sul diritto privato negli statuti tre-seicenteschi di Cairo. Superato l'esame di stato inizia la libera professione forense che lo vede impegnato per circa 40 anni come avvocato civilista e penalista. Per un triennio assume la carica di vice pretore nella Pretura di Cairo Montenotte, impegnandosi anche a tenere corsi di diritto e procedura penale presso l'Unitre di Carcare e di Cairo, oltre a preparare, nelle materie che gli competono, gli allievi della Scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo Montenotte per ben 11 corsi. Appassionato di storia locale, si cimenta in questo lavoro sulla propria città alternando momenti di puntuale rigore storico-giuridico ad altri, di più agevole respiro, dedicati alla narrazione del folclore locale.